Attacco a Bangkok a lungo pianificato

0
199

Almeno 10 persone sono sospettate di aver organizzato l’attentato esplosivo di lunedì a Bangkok. Lo ha detto oggi il capo della polizia Somyot Poompanmuang, aggiungendo di credere che l’attacco sia stato pianificato almeno con un mese di anticipo.

Il portavoce dell’esercito thailandese Winthai Suvaree, stamane ha detto che è improbabile che l’attacco di Bangkok sia stato organizzato dal terrorismo internazionale, aggiungendo che i turisti cinesi “non erano un obiettivo diretto” degli attentatori.

Premier scarta pista uigura – Il premier thailandese Prayuth Chan-ocha crede che la pista uigura sia da scartare tra quelle ipotizzate per l’attentato di lunedì a Bangkok, che ha causato almeno 20 morti e 123 feriti. Lo scrive oggi il Bangkok Post. “Se fossero stati militanti uiguri, avrebbero già rivendicato l’attacco”, ha detto il capo della giunta militare in una conferenza stampa ieri sera, invitando i giornalisti a evitare di mettere sotto esame la politica di Bangkok verso la minoranza cinese musulmana e turcofona, vittima di discriminazioni in patria. L’ipotesi di una vendetta uigura era tra quelle al novero degli investigatori, che davano l’impressione di prediligerla all’inizio. A luglio il governo thailandese aveva rispedito in Cina 109 uiguri accusati di utilizzare la Thailandia come base per andare a combattere in Siria. La deportazione aveva portato un gruppo di uiguri in Turchia ad attaccare il consolato thailandese a Istanbul. Nell’attentato di lunedì al santuario Erawan, meta di migliaia di turisti al giorno, sono morti anche sette cinesi.

Rimpasto per governo militare, 9 nuovi ministri – La giunta militare thailandese ha annunciato oggi un rimpasto di governo, una mossa che stava prendendo forma da settimane e che giunge a tre giorni dall’attentato che ha causato almeno 20 morti e 123 feriti a Bangkok, in un Paese in cui l’economia mostrava già segni di rallentamento e che ora potrebbe subire effetti ancora più gravi. Nell’esecutivo, 15 ministri sono stati confermati, mentre 11 sono facce nuove e altri nove sono stati trasferiti a un nuovo incarico. Tra le nomine, la più significativa è quella del nuovo vicepremier Somkid Jatusripitak, che sarà anche a capo del team responsabile della gestione dell’economia. Somkid, un ex dirigente di marketing, era stato ministro del commercio in un governo di Thaksin Shinawatra, il magnate la cui sorella è stata deposta dal colpo di stato che lo scorso anno ha portato al potere i generali. Successivamente, la giunta guidata di Prayuth è sembrata essere ossessionata dall’eliminare qualsiasi influenza politica di Thaksin, rinviando a data da destinarsi il ritorno alla democrazia. Prima dell’attentato di lunedì, le autorità avevano già previsto un rallentamento della crescita dell’economia, prevista sotto il 3 percento. Il dato potrebbe ulteriormente peggiorare a causa dei timori sulla sicurezza successivi all’attacco di lunedì.