A Palmira Isis ha distrutto il tempio di Baalshamin

0
188

Un altro colpo mortale all’arte da parte dell’Isis. Dopo aver distrutto buona parte dei reperti di Palmira e dopo avre giustiziato il custode decapitandolo adesso i miliziani jihadisti hanno messo nel mirino il tempio di Baal Shamin.

È stato fatto saltare in
aria dalo Stato islamico. Lo hanno riferito le autorità di Damasco. “Una grossa quantità di esplosivi è stata piazzata oggi -ha detto Maamoun Abdulkarim, capo del Dipartimento antichità del paese mediorientale-è stata fatta deflagrare e ha causato grandissimi danni”. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, si tratterebbe del tempio di Baalshamin, uno dei capolavori dell’antica città della Siria. Il tempio si trovava a pochi decine di metri dal teatro romano della città. Solo qualche giorno fa i miliziani dell’Isis hanno distrutto un monastero a Qaryatayn, località strategica della Siria, sulla strada che porta da Palmira verso la regione montagnosa del Qalamun, nella provincia di Damasco, al confine con il Libano.

Lo ha riferito l’Osservatorio Human Rights in Siria. Decine di cristiani rapiti sono inoltre stati trasferiti dai militanti in una delle roccaforti di Isis, nel regione nord orientale della Siria. Per riprendere la zona di Qaryatayn, dove si trovano i più importanti giacimenti di gas del Paese e che dall’inizio di agosto è nelle mani di Isis, l’esercito siriano ha tentato una controffensiva su larga scala ma senza successo.

via ilgiornale